Due giornate di pratiche e riflessioni femministe a Res Publica

Il 21 aprile, alle ore 18:00, il collettivo transfemminista Le Menadi presenta "lo Sfertility Game - pratiche transfemministe di resistenza". Il 22 aprile, dalle ore 11:00 il collettivo artistico RParti presenta FEMINArtS 2017-corpi indecorosi e spazi liberati: una giornata di estemporanee pittoriche, teatrali e canore

Res Publica organizza, all’interno dell’aprile antifascista, due giornate di pratiche e riflessioni femministe. Il 21 aprile, alle ore 18:00, il collettivo transfemminista Le Menadi presenta “lo Sfertility Game – pratiche transfemministe di resistenza”. Il 22 aprile, dalle ore 11:00 il collettivo artistico RParti presenta FEMINArtS 2017-corpi indecorosi e spazi liberati: una giornata di estemporanee pittoriche, teatrali e canore. Parteciperanno: Cladinè, LaFiùt, Moju Manuli,Ljuba Spreafico, Michela Egoinks, Eleonora Nieddu, Roberta Carboni, Francesca Ledda, Aaron Gonzalez, Valentina De Giorgi, Silvia Pilia, Luciana Manca.

«Si può essere antifascista senza essere femminista e vice versa?  Noi pensiamo di no. Siamo contro la cultura del Dio-Patria-Famiglia-Natura-Onore che vede la donna imprigionata dentro l’unico ruolo di moglie e madre; che riconosce solo il dualismo di genere Maschio/Femmina; che odia e pretende di eliminare qualsiasi forma di autodeterminazione sia essa sociale o dei corpi, la tra(ns)formazione, l’essere fluido; che nega la possibilità di non stare necessariamente all’interno di una catalogazione biologica o di ruoli di genere binari. Siamo contro una cultura che strumentalizza la paura dello stupro per propagandare ed alimentare il razzismo» – spiegano gli organizzatori.

21 aprile 2017