Cottarelli: “Può nascere governo politico”. Ma Salvini chiude: “Ok soluzioni di emergenza, poi il voto”

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha conferito l’incarico di formare il governo all’ex commissario alla spending review, Carlo Cottarelli. Quest’ultimo è salito al Colle ieri pomeriggio, ma è tornato alla Camera, dopo un incontro di circa un’ora con il Capo dello Stato, senza rilasciare alcuna dichiarazione. Subito dopo aver presentato la lista dei ministri Cottarelli dovrà recarsi in Parlamento, a chiedere la fiducia, con un programma che comprenderà la legge di bilancio e che servirà a traghettare il Paese fino al voto a inizio 2019. In caso di mancata fiducia, si tornerà al voto dopo agosto. Ma rispunta l’ipotesi di un governo Lega-M5S: Di Maio ieri sera ha detto che il M5S non chiederà l’impeachment, e ha proposto al presidente Mattarella di collaborare. Ma Salvini non ci sta: “La riapertura di Di Maio? Non siamo al mercato ed è anche una questione di dignità”.

Dopo oltre 80 giorni di stallo, quella di oggi potrebbe essere la giornata decisiva. Il professor Carlo Cottarelli è tornato al Quirinale in mattinata per un ulteriore colloquio informale ma non ha sciolto la riserva e comunicato la sua decisione al capo dello Stato, e in questo scenario si prospettano due ipotesi: il voto a luglio o la partenza di un governo Lega-M5S. Difficilmente infatti un ipotetico esecutivo Cottarelli potrebbe ottenere la maggioranza per governare, dunque l’ipotesi dello scioglimento delle Camere a breve per portare il Paese a elezioni anticipate il 29 luglio prende sempre più corpo.

Nella serata di ieri, però, Luigi Di Maio ha dichiarato di aver ritirato la proposta di impeachment a Mattarella dal tavolo – anche perché Salvini a quanto pare non ha mai preso in considerazione questo tipo di attacco al capo dello Stato – e ha chiesto al presidente della Repubblica di far partire il governo Lega-M5S: “Una maggioranza in Parlamento c’è, fateci partire” ha urlato dal palcoscenico in piazza a Napoli. Salvini, di contro, vorrebbe si insediassero le commissioni per far lavorare a pieno ritmo il Parlamento, ma auspica il ritorno alle urne immediato. Nella giornata di oggi, dunque, stando a questo scenario, sarà possibile capire qualche delle due ipotesi avrà la meglio e capire se il Paese tornerà davvero alle urne in piena estate.

“Sergio Mattarella ci dia la data del voto e gli italiani faranno giustizia su quello che è successo”. ha detto il leader della lega Matteo Salvini parlando a Pisa. E ha ribadito: “Mattarella ci dica come uscire dallo stallo: abbiamo rinunciato a posti, poltrone, presidenze e ministeri. Ci hanno sempre detto no. All’ipotesi di un governo giallo-verde ci abbiamo lavorato per un mese inutilmente ma io ho una dignità politica e soprattutto l’Italia non è schiava di nessuno: i tedeschi si facciano gli affari dei tedeschi e i francesi quelli dei francesi ma agli italiani ci pensiamo noi”. Meglio tornare alle urne, dice il leader del Carroccio, ma non a luglio, “Perché ci sono le sacrosante ferie degli italiani e i lavoratori stagionali”.

“Ci abbiamo provato con il centrodestra e con il Movimento 5 Stelle e ci hanno detto no. Siamo andati al Quirinale con la maggioranza alla Camera e al Senato e il signore del Colle ci ha detto no perché avevamo nella lista dei ministri una persona che non sta simpatico all’Europa. Se non cambiano alcune regole dell’Ue – ha aggiunto Salvini – l’Italia è finita. Noi vogliamo aiutare l’Italia a non essere suddita dell’Europa”.

Sulla riapertura di Di Maio, che ieri sera a Napoli ha rimesso in campo l’ipotesi di un esecutivo Lega-M5S, Salvini si dice indisponibile, e risponde così: “Non siamo al mercato ed è anche una questione di dignità. Abbiamo provato a fare un governo con il centrodestra e poi con i Cinquestelle ci hanno sempre detto no. Non svendiamo l’Italia. Leggo anche importanti commentatori che sui giornali mi chiedono di fare un gesto nobile chiedendo aiuto al Pd e allora voglio dire chiaro e tondo che noi non faremo mai un governo con Renzi e con il Pd”, ha concluso.

Tratto da www.fanpage.it ©

30 maggio 2018