Centro Anziani: ultimo piano inagibile, ospiti trasferiti

Il sindaco scrive alla Regione per un finanziamento. Ma Forza Italia e Lega lo attaccano

Firmata ieri dal sindaco Mario Bruno l’ordinanza d’inagibilità statica dei locali all’ultimo piano del Centro Residenziali Anziani di Alghero, a seguito del sopralluogo congiunto effettuato dai competenti uffici comunali. Ne consegue che alcuni ospiti sono stati provvisoriamente trasferiti di stanza, riservando loro una soluzione dignitosa ed in linea con gli standard qualitativi erogati.

“Nel frattempo lo stesso Sindaco e l’assessore ai Servizi Sociali hanno reiterato i solleciti già indirizzati all’assessorato regionale alle Opere Pubbliche, affinchè possa predisporre un finanziamento mirato alla riqualificazione strutturale del complesso – fanno sapere da Porta Terra – Nonostante i numerosi lavori di messa in sicurezza eseguiti anche di recente con fondi da bilancio comunale, infatti, la struttura realizzata e gestita dalla Regione Autonoma della Sardegna fino agli anni Novanta, necessita d’importanti investimenti. Da allora il complesso edilizio è stato sottoposto nel tempo a vari appalti di manutenzione straordinaria riguardanti il rifacimento delle coperture e delle facciate, la costruzione di nuovi locali per gli uffici assistenza, oltre all’adeguamento degli impianti alle più recenti normative”.

Opposizioni all’attacco. Ad iniziare dalla Lega, con il consigliere comunale Michele Pais e la coordinatrice cittadina Giorgia Vaccaro che esprimono “grande preoccupazione” e le “rimostranze su come sono state gestite le cose  finora.  Si sono contratti una serie di mutui per milioni di euro per finanziare opere decisamente meno prioritarie rispetto a quella di garantire un servizio dall’elevato valore sociale, come quello di assistenza ed accoglienza agli anziani, si sono vendute grandi parti del patrimonio immobiliare algherese (fra tutti il mercato civico di Sant’Agostino per circa 1 milione e mezzo di euro) ma neanche un centesimo si è pensato di investire nelle opere di ristrutturazione del CRA – attaccano i due esponenti leghisti – Oggi i nodi vengono al pettine e la cattiva amministrazione della Giunta Bruno rischia di causare la chiusura del CRA, fiore all’occhiello dell’assistenza pubblica agli anziani in Sardegna. Come Lega attiveremo una serie di iniziative sia in Consiglio comunale ma anche fisicamente sul posto, domani mattina (oggi, ndr), per scongiurare una simile e nefasta evenienza”.

Duro attacco anche da Forza Italia. “Abbiamo più volte sottolineato come l’Amministrazione Bruno si caratterizzasse per l’espletamento della gestione ordinaria del Comune di Alghero e poco altro. Ma, nostro malgrado, dobbiamo ricrederci. Evidentemente in uno slancio di ottimismo credevamo che almeno l’ordinario, sebbene fatto passare per straordinario, potesse essere il minimo realizzato e realizzabile da parte di Bruno e soci. Niente, invece, dobbiamo prendere atto che pure la normale gestione della “cosa pubblica” è un compito impossibile per chi ha manifestato incapacità in ogni settore amministrativo” scrivono in una nota i due consiglieri comunali Maurizio Pirisi e Nunzio Camerada. “A palesare il tratto distintivo fallimentare degli attuali pseudo-governanti è la condizione di pericolo del “Centro Residenziale Anziani”. Situazione talmente preoccupante che il Sindaco ha dovuto emettere un’ordinanza di inagibilità di una porzione della struttura, seppur condita dall’ennesima azione propagandistica fuori luogo ovvero l’invio di una lettera alla Regione a cui si vogliono, questa volta, dare le colpe della pessima condizione del Cra. La verità è che questa amministrazione, con Mario Bruno in testa e col sostegno del Partito Democratico, ha dimostrato e dimostra ancora di essere inadeguata a svolgere il ruolo che gli algheresi si sono pentiti, da tempo, di avergli assegnato. Ma, in questo momento, il nostro pensiero va alle persone anziane che sono costrette a subire questo ennesimo e grave disagio dopo essere stati al centro di promesse e di annunci riguardo la realizzazione di nuove strutture e altre sparate sulla pelle delle fasce più deboli. Infine, Forza Italia-Alghero garantisce massima disponibilità a sostenere e condividere le scelte e i percorsi amministrativi per collocare i 40 anziani del 3º Piano (per fortuna autosufficienti) e per intervenire con urgenza per il ripristino. Ma chiediamo a Bruno e suo staff di modificare con urgenza l’ordinanza scalcagnata che erroneamente inibisce l’accesso ai proprietari e dichiara inagibilità del 2º Piano” concludono Pirisi e Camerada.

19 luglio 2018