Cagliari, sequestrate 570 bombole in due depositi gpl

Gli uomini del locale Nucleo di Polizia Tributaria, in due diversi interventi, hanno sottoposto a sequestro due vaste aree dell´hinterland utilizzate per il deposito e la vendita di bombole, in assenza delle prescritte autorizzazioni

bombole

Il Nucleo di Polizia Tributaria di Cagliari, in due distinti interventi, ha sottoposto a sequestro, nell’ambito delle attività investigative svolte nel settore delle accise, due vaste aree dell’hinterland cagliaritano di oltre 700metri quadri, poiché utilizzate per il deposito, lo stoccaggio e la vendita di bombole di gas di petrolio liquefatto, sebbene in assenza delle prescritte autorizzazioni alla tenuta dei prodotti infiammabili e dei previsti certificati prevenzione incendi rilasciati dai Vigili del fuoco. Due persone sono state denunciati all’Autorità Giudiziaria.

Nel primo deposito, sono stati rinvenuti 5.066 Kg. di Gpl, contenuti in 327 bombole pronte per la commercializzazione, mentre nel secondo caso, i prodotti, stipati in 243 bombole per un totale di oltre 3.800chilogrammi, erano stati appena scaricati e stoccati. Inoltre, sono state cautelate 1.150 bombole vuote destinate ad essere riutilizzate.

Il provvedimento è scattato anche per la mancata adozione di idonee misure dirette a tutelare l’incolumità dei lavoratori dipendenti, impegnati all’interno degli spazi aziendali, a dimostrazione dell’elevata attenzione della Guardia di Finanza, forza di polizia specialistica nel settore tributario, per ogni aspetto connesso allo svolgimento di un’attività imprenditoriale. Prosegue, incessante, da parte delle Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Cagliari, l’attività di controllo economico-finanziario del territorio, finalizzata, non solo al contrasto dell’evazione fiscale, ma anche alla prevenzione ed alla repressione di tutti quei fenomeni che violano la legalità.

Nella foto: immagine d’archivio

10 gennaio 2017