Basket, impresa biancoverde: il Banco espugna Krasnoyarsk

I ragazzi di coach Federico Pasquini conquistano il Game 7 contro l’Enisey Krasnoyarsk imponendosi 65–75

Un Banco di Sardegna affamato, determinato, agguerrito: incuranti del viaggio infinito e delle sei ore di fuso orario la Dinamo conquista il match di Basketball Champions League imponendosi su Enisey Krasnoyarsk nella settima giornata di regular season. I ragazzi di coach Pasquini partono nel migliore dei modi aggredendo subito la partita firmando un break di 16 punti, gli ospiti entrano in partita e riescono a risalire la china chiudendo al 20’ 34-42. Nel secondo tempo i giganti conducono il match grazie a una buona prestazione corale che si chiude con cinque uomini in doppia cifra. Devecchi e compagni espugnano il palazzetto di Krasnoyarsk in quella che potrebbe essere la trasferta più complessa della Dinamo Banco di Sardegna nella sua storia per distanza e difficoltà logistiche, una vittoria che dà morale al Banco ed è il quarto successo consecutivo per i biancoverdi. Ottimi interpreti del match Dyshawn Pierre, a referto con 17 punti, 9 rimbalzi e 4 assist, e Shawn Jones che ha dominato il pitturato per larghi tratti: doppia doppia per il centro biancoverde che ha chiuso con 16 punti e 10 rimbalzi. Doppia cifra anche per Will Hatcher (12 pt), Scott Bamforth (14 pt) e Darko Planinic (11 pt).

La sfida. Coach Pasquini manda in campo Bamforth, Pierre, Jones, Hatcher e Polonara, coach Okulov risponde con Lyutich, Rebec, Zakharov, Braimoh e Kanygin. I giganti, incuranti di fuso orario e viaggi della speranza, partono benissimo incorniciando un ottimo primo quarto. Gli uomini di coach Pasquini aprono le danze con un parziale di 16-0. A rompere il ghiaccio una bomba di Hatcher, lo seguono Polonara, Jones e Bamforth che attaccano il ferro. Jones e ancora Hatcher dall’arco scrivono il massimo vantaggio. I padroni di casa si sbloccano con Dowdell ma Pierre on fire infila due triple. Bramoh e Hilliard accorciano, si iscrive a referto anche Planinic. La preghiera allo scadere di Spissu non è valida, dopo 10’ è 15-26. Nel secondo quarto l’Enisey si riporta in partita condotta da Dowdell e Hilliard. La bomba dell’ex Cantù e il gioco da tre punti di Rebec riporta i russi a un solo possesso di distanza, con un break da 12-4. Ma il Banco è paziente, non si disunisce e mette in difficoltà la difesa avversaria con un concreto Shawn Jones. Il duo Planinic-Pierre riporta Sassari avanti di 8 al termine del primo tempo, si va negli spogliatoi sul punteggio di 34-42. Nell’avvio del secondo tempo è Shawn Jones a dominare la terza frazione, portandosi a quota 16 punti. I padroni di casa sono condotti da Liutych. Il centro biancoverde domina sotto le plance e conquista il gioco da tre punti grazie al fallo di Ellis. Hatcher, Bamforth e Pierre si uniscono alla causa e i giganti provano a scappare via. Planinic firma l’ultimo canestro del terzo quarto che si chiude 48-60. Negli ultimi 10’ c’è il gioco da tre punti di Dowdell, Bamforth conduce i giganti firmando il +8. Magia di Pierre per il vantaggio in doppia cifra ma Zavoruev dall’arco tiene l’Enisey a contatto. Planinic dalla lunetta e l’arresto e tiro di Bamforth scrivono il nuovo vantaggio in doppia cifra quando restano poco più di 2’ da giocare. Hatcher allunga ancora: quando inizia l’ultimo giro di cronometro il Banco conduce avanti di 10 lunghezze. Finisce 65-75, Devecchi e compagni conquistano la seconda sfida in trasferta BCL.

Sala stampa. Il coach della Dinamo Banco di Sardegna Federico Pasquini commenta così la gara: “Abbiamo fatto una buona partita, era importante l’approccio all’inizio del match e poi è stato fondamentale disinnescare la loro inerzia quando hanno reagito, perché quando prendono il ritmo sono davvero pericolosi. Siamo stati bravi a riprendere il controllo della partita, con una buona difesa, muovendo bene la palla in attacco e costruendo dei buoni tiri. Abbiamo mantenuto bene il controllo anche nel secondo tempo, con un’ottima mentalità da parte di tutti, che hanno lavorato duro per vincere questa  gara importantissima per andare avanti in questa competizione”.

Il centro biancoblu Shawn Jones: “Questa vittoria è per noi una grande soddisfazione. Dopo un viaggio così lungo volevamo assolutamente tenere in mano la gara per raggiungere l’obiettivo e credo che si sia visto chiaramente fin dai primi 5 minuti di gioco quanto lo volessimo”.

Enisey Kranosnoyarsk 65 – Dinamo Banco di Sardegna 75

Parziali:15-26; 19-16; 14-18; 17-15.

Progressivi: 15-26; 34-42; 48-60; 65-75.

6 dicembre 2017