Appalto igiene urbana: ad ottobre cambiamento radicale

Spariranno i cassonetti, la raccolta avverrà con il porta a porta integrale dei rifiuti in tutta la città. Oltre alla carta e alla plastica, anche la frazione umida e quella indifferenziata, finora oggetto del servizio solo nel Centro Storico, faranno parte del nuovo sistema.

Si consolida il rafforzamento delle attività e il miglioramento costante del servizio, cresce l’attenzione alle criticità e aumentano gli interventi immediati su situazioni che possono nuocere al decoro urbano.  Il nuovo appalto di igiene urbana della città di Alghero targato Ciclat si accinge con queste azioni tangibili ad entrare nella fase decisiva. Per una città più bella e pulita c’è bisogno del contributo di tutti: l’obbiettivo è il raggiungimento della percentuale del 70% di raccolta differenziata.

Ad ottobre si inizia con molte novità. Spariranno i cassonetti, la raccolta avverrà con il porta a porta integrale dei rifiuti in tutta la città. Oltre alla carta e alla plastica, anche la frazione umida e quella indifferenziata, finora oggetto del servizio solo nel Centro Storico, faranno parte del nuovo sistema. La svolta nell’igiene urbana contiene altre iniziative come lo scambio di beni durevoli in alternativa allo smaltimento, postazioni per facilitare le raccolte delle deiezioni canine e altro ancora. L’argomento è stato al centro della discussione delle V° commissione consiliare presieduta da Mario Nonne, che nei giorni scorsi ha aperto la prima di una serie di riunioni sul tema. Il nuovo appalto della Ciclat prevede ora una fase di coinvolgimento della cittadinanza, chiamata a breve a riporre attenzione alle nuove modalità che dovranno portare gradualmente al raggiungimento degli obbiettivi prefissati.

“Il lavoro finora svolto con impegno e tenacia da parte dell’Amministrazione ha prodotto risultati tangibili – spiega l’Assessore all’Ambiente Raniero Selva – ma si dovrà lavorare ancora e meglio per portare avanti il cuore del nuovo servizio di igiene urbana che svolge un ruolo determinante nel nostro progetto di cambiamento della città”. Il piano di razionalizzazione dei servizi si consolida ma nel frattempo pone le basi per affrontare la fase autunnale con i migliori presupposti.  “Per favorire le operazioni e migliorare il decoro urbano e i risultati di raccolta si renderà necessaria una maggiore collaborazione da parte di tutti, che verrà sostenuta dall’impegno congiunto di Polizia Locale, Ufficio Ambiente e Amministrazione Comunale” afferma il presidente della Commissione Mario Nonne. Un cambiamento che comporterà  prevedibili situazioni di rodaggio  che sarà sostenuto  da informazioni  complete e capillari su orari, giorni di conferimento delle differenti tipologie di rifiuti, utilizzo dei nuovi contenitori domestici.

 

26 luglio 2017